Direttore generale destinatario iure proprio degli obblighi propri del datore di lavoro

Cassazione, sez. IV pen., 25 febbraio 2019 (ud. 16.11.18) n. 8094

(rif. norm.: artt. 2-17-18 d.lgs. n.81/2008)

In tema di prevenzione degli infortuni sul lavoro, il direttore generale di una struttura aziendale è destinatario “iure proprio”, al pari dei datore di lavoro, dei precetti antinfortunistici, indipendentemente dal conferimento di una delega di funzioni, in quanto, in virtù della posizione apicale ricoperta, assume una posizione di garanzia in materia antinfortunistica a tutela della incolumità e della salute dei lavoratori dipendenti ( così anche Cass., sez. 4, n. 22249 del 14/03/2014, Enne e altro). Nella specie l’addebito faceva riferimento ad un cantiere in cui, dovendosi provvedere a scavare sotto terra in un tratto in cui potevano esservi pericolosi cavi di gas oppure elettrici sotterrati, attività di indubbia pericolosità, non si era provveduto, a causa di una lacunosa organizzazione aziendale, né ad informarsi sulla presenza (e, nell’affermativa, sull’eventuale collocazione) di tubazione non visibile, né ad informare e a formare adeguatamente il personale che doveva condurre il macchinario perforante, il cui costruttore peraltro aveva nel libretto del macchinario fornito espressamente indicazioni che erano risultate essere state disattese, sicché il personale, in pratica, scavava pericolosamente “al buio”. Di tanto è stato ritenuto responsabile il direttore generale.

Il testo integrale della sentenza è consultabile cliccando sul seguente link.

Audiosafety