Generalita'

Per agenti fisici s'intendono il rumore, gli ultrasuoni, gli infrasuoni, le vibrazioni meccaniche, i campi elettromagnetici, le radiazioni ottiche di origine artificiale, il microclima e le atmosfere iperbariche, che possono comportare rischi per la salute e la sicurezza dei lavoratori. Il datore di lavoro è tenuto a valutare tutti i rischi da agenti fisici e ad adottare le misure necessarie. La valutazione va effettuata ogni quattro anni da personale qualificato nell'ambito del Servizio di Prevenzione e Protezione e il relativo aggiornamento viene effettuato in caso di mutamenti o quando richiesto dai risultati della sorveglianza sanitaria. Gli esiti della valutazione e le misure necessarie sono riportati nel Documento di Valutazione del Rischio, mentre se non è necessaria una valutazione dettagliata è possibile includere nel DVR una "giustificazione" del datore di lavoro. Ad ogni modo In nessun caso i lavoratori devono essere esposti a valori superiori ai valori limite di esposizione fissati nel d.lgs. n. 81/2008. Allorchè, nonostante i provvedimenti presi dal datore di lavoro i valori limite risultino superati, il datore di lavoro deve adottare misure immediate per riportare l'esposizione al di sotto dei valori limite di esposizione, individuando le cause del superamento dei valori limite di esposizione e adeguando di conseguenza le misure di protezione e prevenzione per evitare un nuovo superamento.

Per gli approfondimenti relativi a ciascun agente fisico, consultare le specifiche sezioni presenti nel sito. 

Audiosafety