Il vantaggio per l’ente può derivare anche dalla velocizzazione dei tempi di produzione

Cassazione, sez. IV pen., 10.09.2021, n. 33595 (ud. 13.05.2021)

(rif. norm: art. 5 d.lgs. n.231/01)

In tema di responsabilità degli enti derivante da reati colposi di evento in violazione della normativa antinfortunistica, il vantaggio di cui all’art. 5, d.lgs. 8 giugno 2001, n. 231, operante quale criterio di imputazione oggettiva della responsabilità, può consistere anche nella velocizzazione degli interventi, che sia tale da incidere sui tempi di lavorazione (v. anche Sez. 4, Sent. n. 13575 del 5 maggio 2020). Gli organi apicali di una società sono stati ritenuti responsabili dell’infortunio occorso ad un dipendente durante i lavori di realizzazione di un forno. E’ emerso al riguardo un diretto interesse della società alla maggior concentrazione possibile dei tempi di realizzazione, se non altro per consentire la disponibilità del nuovo forno alla piena ripresa dell’attività produttiva. La riduzione dei tempi di realizzazione sarebbe stata sicuramente compromessa da una più attenta attività di verifica e di coordinamento tra le ditte che dovevano operare per la realizzazione del forno stesso. Al risparmio di tempo corrisponde in via logica e fattuale un corrispondente risparmio di spesa in termini di giornate di lavoro pagate e comunque di costo complessivo dell’opera. Specularmente, la fretta nella realizzazione delle opere, evitando la necessaria precisione di verifica e di gestione dei rischi, costituisce sintomo e nello stesso tempo effetto della disorganizzazione strutturale con la quale la società ha deliberatamente stabilito di dar luogo all’attività nel corso della quale un lavoratore subiva un grave infortunio. Si tratta, dunque, della cd. colpa di organizzazione che fonda la responsabilità della società/ente ai sensi del d.lgs. n.231/2001. Inoltre che il contratto di acquisto del forno non indicava alcuna voce di spesa relativa alla sicurezza dei lavoratori, voce che dunque non era in alcun modo stata presa in considerazione nella stipula, nella erronea convinzione che fosse sufficiente attribuire la gestione dei rischi ed i costi ad essi connessi al venditore.

Audiosafety