L’inail non copre il sinistro da rischio elettivo

Cassazione, sez. VI civ., 27.08.2021, n. 23527

(rif.norm: artt. 18-28 d.lgs n.81/2008)

Non è dovuta alcuna indennità da parte dell’INAIL per l’invalidità temporanea se l’incidente in servizio con l’auto aziendale è avvenuto in stato di alterazione psicofisica da uso di sostanze stupefacenti. Nel caso di specie si era accertato che il lavoratore viaggiava ad oltre 35 km/h oltre il limite previsto nella zona e dopo avere assunto cocaina. In particolare, si era accertata non solo l’assunzione di cocaina, che di per sé potrebbe, se non recente, anche non recare alterazione,ma proprio uno stato di alterazione psicofisica conseguente all’assunzione. Giova precisare che è solo lo stato di alterazione e non la mera assunzione di stupefacenti ad integrare, a differenza di quanto avviene per la guida in stato di ebbrezza, il reato di cui all’art. 187 del codice della strada. Si tratta di una situazione di rischio determinata da scelta del lavoratore (rischio elettivo) per cui non opera la copertura assicurativa.

Il testo integrale della sentenza è consultabile cliccando sul seguente link.

 

Audiosafety